VENEZIA, LA PESTE E LA MADONNA DELLA SALUTE 21 novembre 2021 | Itinerario guidato

null
null
 

VENEZIA, LA PESTE E LA MADONNA DELLA SALUTE

VISITA GUIDATA

 

21 novembre 2021

 

Visita realizzata in occasione della Festa della Madonna della Salute, uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per i veneziani. La terribile epidemia di peste del 1630, conosciuta in Italia come peste manzoniana - perché resa famosa da I promessi sposi-  si diffuse come conseguenza della Guerra di successione di Mantova e del Monferrato, conflitto che coinvolse anche la città di Venezia. Il governo veneziano chiese alla Madonna, tramite una serie di processioni per la città, la fine della pestilenza, che arrivò l’anno successivo. Per ringraziare della grazia ricevuta, la Serenissima fece costruire la Basilica di Santa Maria della Salute, consacrata nel 1687 e da sempre fulcro della festa che si tiene ogni anno il 21 novembre. 

Il poeta veneziano Varagnolo descrisse così la giornata dei veneziani in occasione di questa festa: 

 

I passa el ponte, i compra la candela,

el santo, el zaletin, la coroncina,

e verso mezodì l'usanza bela

vol che i vada a magnar la castradina!

 

 

Programma

Il ritrovo è in mattinata a Piazzale Roma, dove incontreremo la guida. Da qui partiremo alla scoperta dei luoghi della peste del 1630 a Venezia, a partire dalla Scuola e la Chiesa di San Rocco, dedicate al santo che fin dal Medioevo si invocava come protezione contro questo tipo di epidemie. Proseguiremo poi verso il Campo Santa Margherita, tra i maggiori della città e tra i più vivaci, pieno di bar e locali. 

Arriveremo poi a Campo San Barnaba, dominato dalla chiesa omonima che con la sua imponente facciate neoclassica occupa tutto il lato meridionale del campo. Nel gennaio 1441, proprio in questo campo si svolse un curioso spettacolo: sopra un ponte allestito con delle barchette sul vicino canale, si svolse una corsa di cavalli per festeggiare le nozze tra il figlio del doge Francesco Foscari, Jacopo e Lucrezia Contarini. A questa curiosa cavalcata seguì l'arrivo del Bucintoro con a bordo 150 dame e seguito da tutte le barche dei nobili. Il corteo scortò poi la sposa fino a Palazzo Ducale. 

Passeremo poi dal Ponte dell’Accademia per giungere la Chiesa di Santa Maria del Giglio, dalla quale potremo osservare il ponte provvisorio che ogni anno viene costruito per raggiungere la Basilica di Santa Maria della Salute. 

 

Ingresso nella basilica e ponte provvisorio: verificheremo sotto data la possibilità di entrare nella Basilica sulla base delle normative vigenti anti Covid-19 e la realizzazione del ponte votivo.

 

Concluderemo la nostra passeggiata dietro alla Basilica di Santa Maria della Salute, dove ogni anno in Rio Terà dei Catecumeni si tiene il tradizionale mercatino con bancarelle di dolci e giocattoli. 

 

Al termine della passeggiata sarà possibile pranzare, con pagamento in loco, in un ristorante tipico della zona. Su richiesta potremo assaggiare il piatto tradizionale della Madonna della Salute, la castradina. Si tratta di una zuppa a base di montone salato, affumicato, stagionato e infine unito alla verza, che fin dal Seicento si trova sulle tavole dei veneziani ogni 21 novembre e vede le sue origini legate anche in questo caso all'epidemia di peste. 

 

Rientro libero. 

 

Quota di partecipazione

  PREZZO PER PERSONA
minimo 15 / massimo 20 persone € 25

 

Saranno rispettate tutte le norme vigenti alla data della partenza in materia Covid-19. 

 

La quota comprende:

  • Servizio guida di 3h
  • Auricolari 
  • Copertura assicurativa

La quota NON comprende

  • Viaggio per e da Venezia
  • Ingressi - da verificare in loco in base alle normative anti Covid-19
  • Pranzo libero. Sarà possibile prenotare e pagare in loco un pranzo in ristorante tipico: € 25/30 (da riconfermare la possibilità di assaggiare la castradina
  • Trasferimenti in loco
  • Tutto quanto non indicato ne "La quota comprende"

Tutte le informazioni sono soggette a riconferma al momento della prenotazione. 

 

Cancellazioni e cambio nome

In caso di cancellazione saranno applicate le seguenti penalità:

  • 50% della quota di partecipazione sino a 3 giorni prima della partenza (sabato escluso);
  • 100% della quota di partecipazione dopo tale termine

Il cambio nome sarà possibile sino a 3 giorni prima della partenza (sabato escluso) al costo di € 3,00 per persona.


Prezzo indicativo a partire da 25 € A PERSONA

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Cookies Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Cookies Policy.
OK